sabato 24 ottobre 2009

Nik Novecento

C’era un attore giovane che Pupi Avati aveva scoperto e lanciato nel mondo del cinema e della televisione: il suo nome d’arte era Nik Novecento, ma si chiamava Leonardo Sottani, era nato nel 1964 ed era bolognese. Ad Avati probabilmente Nik ricordava un altro dei suoi attori prediletti, Carlo Delle Piane.

La notorietà gli venne dai film del suo mentore: “Una gita scolastica”, “Noi tre”, “Festa di laurea”, “Impiegati”, “Una domenica sì”, “Ultimo minuto”, “Strana la vita”. Ma per diventare famoso, Nik e il suo sorriso ebbero bisogno della televisione: più che il varietà “Hamburger Serenade”, trasmesso da Raiuno, fu la presenza come ospite fisso al “Maurizio Costanzo Show” nel 1986-87 a renderlo un volto amico.

Purtroppo, a soli 23 anni, Nik morì a causa di una grave malformazione cardiaca. L’ultimo film di Avati in cui recitò, “Sposi”, uscì postumo.


2 commenti:

Bruno (di testa e di cuore) ha detto...

ciao! Lo ricordo benissimo, come ricordo il film Impiegati che menzioni. Un film che consiglio sempre quando parlo di emozioni nel posto di lavoro. A presto! Bruno

DR ha detto...

Ciao, Bruno... un bel film "Impiegati". Pupi Avati mi è sempre piaciuto per quelle sue atmosfere provinciali, sul filo della memoria.

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin