venerdì 3 dicembre 2010

Flash in the night

 

Nel 1981 comparve un brano che è poi la classica single-hit di un gruppo, in questo caso gli svedesi Secret Service. È un pezzo synth-pop che ebbe un buon successo soprattutto nell’estate successiva. Arrivò al primo posto in Portogallo, al quinto in Finlandia, al decimo in Svezia, ma con la conquista del disco d’oro, e in Italia, al dodicesimo in Danimarca. È “Flash in the night” e mi ricorda un’estate indimenticabile, quella del Mundial spagnolo vinto dalla nostra nazionale, ma anche dei miei 18 anni. Ogni volta che la ascolto scatena emozioni a non finire…

 

FLASH IN THE NIGHT

As a break of dawn came closer
All my hopes seemed so forlorn.
The misty signs of laughter
And the light eluded all.
My despair was caught in motion
A face just barely true -
Shadows in blue.
A flash in the night . . .
In the changing of the season
Releasing one lost name.
The scar once healed forever
Dissolving in the rain.
A twig snapped in the clearing
A glimpse of golden skin
My face within
My despair was caught in motion.
A face just barely true -
Shadows in blue.
A flash in the night . . .

 

Traduzione:

Mentre l'irrompere dell'alba si avvicinava
Tutte le mie speranze sembravano vane.
Gli indistinti segni di risata
E la luce eludevano tutto.
La mia disperazione era catturata in movimento
Un volto minimamente vero -
Ombre nel blu.
Un lampo nella notte...
Al cambio della stagione
Liberando un nome perduto.
La cicatrice un tempo guarita per sempre
Si sta dissolvendo nella pioggia.
Un ramoscello spezzato nella radura
Uno scorcio di pelle dorata
La mia faccia all'interno
La mia disperazione era catturata in movimento
Un volto minimamente vero -
Ombre nel blu.
Un lampo nella notte...

5 commenti:

Vania ha detto...

..mai sentita.

...ma quanto Vecchio sei ???;))))
ciaoo Vania

DR ha detto...

non sono vecchio, sono diversamente giovane... :-)

roberto ha detto...

Pezzo memorabile, mi piaceva tantissimo e ce l'ho in una compilation dell'epoca. Un altro gruppo nordico che ha segnato gli 80' sono gli A-Ha.

DR ha detto...

Roberto, sei un intenditore :-) Anche gli A-ha mi piacevano, e gli ABBA ormai in fase decadente. Un po' meno un altro gruppo svedese, gli Europe di "The final countdown". Proporrò anche questi, grazie per l'idea...

roberto ha detto...

Ti ringrazio Dr, sempre dopo di te :)) Gli Abba mi piacciono pure anche se non li conosco granché. Mentre apprezzo molto gli Europe dei quali ho 2 cd; mi pare 2-3 anni fa hanno fatto la reunion. "The Final countdown" fu epocale, anche se tacciato di essere troppo comerciale. L'intro con le tastiere ancora oggi farebbe venire giù interi stadi.

LinkWithin

Blog Widget by LinkWithin